Titolo visibile
 
 
 LOCALI
Indice
Ristoranti Italia
Ristoranti Lazio
Pizzerie Napoletane
Ricerca per Regione
Ricerca Avanzata
Cucina Estera
Cucina Regionale
 
 PROGRAMMAZIONE
Indice
Html
Flash
JavaScript
VBScript
Java
 
 CULTURA
Scuole Private
Aforismi
Giornali Online
Dizionari
Matematica
 
 

I termini “susina” e “prugna” vengono spesso usati come sinonimi. In realtà si tratta di due diverse specie: Prunus domestica e Prunus salicina, comunemente indicati come susini europei e susini cino-giapponesi.
Le due specie presentano caratteri differenti di cui tener conto nella scelta dell’una o dell’altra.

La Prugna è il frutto di un albero (Prunus domestica) originario dell'Asia, in particolare della zona del Caucaso, ed è coltivata in Europa fin dall'anno 1000. Le diverse varietà di prugne non presentano differenze per quanto concerne la composizione nutritiva; il diverso colore della buccia (giallo, blu, rosso, verde) non indica differenze di maturazione, ma solo di varietà. Si tratta di un frutto che può essere acquistato fresco in estate e autunno, ma può anche essere consumato essiccato lungo tutto l'anno.
Le prugne essiccate hanno una concentrazione di zuccheri e sali minerali e un apporto calorico superiori a quelli del frutto fresco, ma contengono meno vitamine.

La Susina è un frutto dal sapore lievemente acidulo (per la presenza di acido malico) con un discreto potere lassativo, grazie alla presenza di una sostanza, la difenil-isatina, che svolge una funzione stimolante a livello intestinale. Contiene una buona quantità di potassio e calcio e una discreta quantità di vitamine.

La Nespola (Eriobotrya japonica) è un frutto color giallo-arancio, dalla buccia sottile e di forma tondeggiante. Ci sono due qualità diverse di nespole: una è quella comune (o germanica) ed è il frutto del nespolo che cresce perlopiù spontaneamente in Europa centrale e meridionale; l'altra è la nespola del Giappone, che proviene da un piccolo albero originario di Cina e Giappone, importato in Europa nel 1700. Le nespole vengono anche classificate secondo il periodo di raccolta (precoci, medie, tardive) e il sapore. I frutti migliori sono quelli con la buccia dal colore più intenso e priva di macchie o ammaccature; inoltre il consumatore deve preferire frutti maturi, con polpa morbida e colore vivo. Possono essere conservate in frigorifero da 3 a 12 giorni, a seconda del grado di maturazione del frutto. Si consumano al naturale, ma possono essere utilizzate anche per la preparazione di confetture.

Prugne e susine sono, quindi, due cose ben distinte, anche se a livello popolare sono spesso usate come sinonimi.
Si cade spesso nell'errore di indicare frutto fresco come susino e quello essiccato comunque come prugna secca (in realta' secche vengono fatte le prugne e mai le susine perche' piu' acquose e meno saporite).

A livello estetico la prugna (prunus domestica) e' leggermente piu' allungata rispetto alla susina (prunus salicina) che invece e' tondeggiante.

Comunque da wikizionario / wikipedia:

Susina: http://it.wiktionary.org/wiki/susina

Prugna: http://it.wiktionary.org/wiki/prugna


Scritto il 11/09/2009 alle ore 07:00:00

Condividi su Facebook

 
 LOCALI - RICERCHE
Avanzata
Per Regione
Solo Pizzerie
Solo Internazionale
Solo Italiana
Per Tipo Cucina
Per Città nel Lazio
 
 SITO
Contattaci
Segnala locale
Feed Rss
Segnala un errore
Guestbook
News
Aggiungi a preferiti
Imposta Homepage
Segnala un Sito
Iscriviti
Login
 
 RICETTE CUCINA
Indice Ricette
Primi
Carne
Pollame
Pesce
Dolci
Cocktail
   
 
Questo sito e' un sito non commerciale e potrebbe riportare informazioni non aggiornate e/o non corrette. Leggi il disclaimer sottostante.

Lavoro |  Home |  Locali |  Info                   240190                 Disclaimer |  Portale |  Blog |  Ricette